→ SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 20 EURO → Consegna in Max 2 gg lavorativi - 3 gg per le isole

Curare le Psoriasi: 5 rimedi naturali

La psoriasi è un disturbo cronico autoimmune della cute, scatenata da una serie di fattori autoimmunitari, genetici e ambientali. Quali sono i possibili rimedi naturali per trattare questo disturbo?

In questo articolo andremo a vedere quali sono le cure alternativo o integrative rispetto a quelli tradizionali.
Andremo quindi a toccare diversi punti sul tema psoriasi:

Qui invece puoi trovare un menù rapido per approfondire altri argomenti, per rendere più facile e comoda la navigazione sul nostro sito, che ritroverai anche in fondo all'articolo.

CHE COS'É IL CBD?

SCOPRI I PRODOTTI

PERCHÉ SCEGLIERE ENECTA?

POSSO PROVARE IL CBD?

Psoriasi, una panoramica sul tema

Esistono diverse forme di psoriasi, tra cui la pustolosa, quella a placche, la psoriasi guttata e la psoriasi eritrodermica.

La sua forma più comune che può presentare, che riguarda circa l’80% dei casi, è quella definita “a placche”.

Si presenta con le caratteristiche placche rosse o rosate, ben circoscritte e che presentano delle squame biancastre.

Generalmente è vissuta come un inestetismo grave, poiché coincide con la comparsa di arrossamenti, placche squamose e lesioni cutanee in varie zone del corpo.

Si tratta di una malattia cutanea che colpisce persone tra gli 11 e i 45 anni con un sistema immunitario debole. 

È caratterizzata dalla costante perdita di pelle morta, oltre che dalla presenza di infiammazione, arrossamento e sensazione di calore nella zona colpita.

Pur non essendo contagiosa, molti pazienti lamentano discriminazioni sociali e lavorative a causa della loro malattia. 

Il 29 ottobre si celebra in tutto il mondo la Giornata della Psoriasi che quest’anno, più di sempre, sottolinea la necessità di informare le persone dell’assenza dei rischi che corrono nell’avere a che fare con individui che soffrono di questa malattia.

In Italia sono oltre 3 milioni di persone a soffrire di psoriasi.

Gli studi condotti fin’ora sui pazienti, per avere il polso della situazione sull’efficacia dei trattamenti impiegati, hanno mostrato risultati poco incoraggianti. 

L’84% dei pazienti, infatti, si dichiara deluso dalle cure e, nel 90% dei casi, le abbandona.

Sono i dati riportati dall’indagine ADIPSO, Associazione per la Difesa degli Psoriasici, condotta su 5.278 questionari compilati dai pazienti e 2.560 dai medici specialisti.

post-detergente-A

Quali sono i trattamenti più diffusi per alleviare la psoriasi?

La psoriasi può svilupparsi in qualsiasi parte del corpo, anche se zone più comunemente colpite sono i gomiti, le ginocchia e il cuoio capelluto, ma è frequente anche la psoriasi alle mani.

Ad oggi non è ancora stata sviluppata una cura definitiva per chi soffre di tale disturbo, ma esiste un’ampia varietà di trattamenti che aiutano ad alleviarne i sintomi.

Dopo essere passati attraverso un’attenta valutazione medica, la psoriasi può essere affrontata con diverse cure naturali che possono migliorare l’aspetto della pelle e contrastare l’avanzamento della malattia. 

Anche se non possono sostituire i trattamenti medici, questi rimedi naturali possono aiutarci a combattere i sintomi della psoriasi e a ridurre il prurito, migliorando notevolmente l’aspetto della pelle. 

In questa occasione vogliamo condividere con voi i 5 metodi più efficaci per alleviare la psoriasi affinché li integriate ai trattamenti tradizionali.

Sintomi e cause della Psoriasi

La psoriasi può colpire qualsiasi individuo a qualunque età.

Generalmente si manifesta con alterazioni evidenti dei tessuti cutanei e prurito in diverse zone del corpo, in particolare sul cuoio capelluto, mani, ginocchia piedi, gomiti, unghie, collo e schiena.

Nei punti ‘critici’ la pelle tende a inspessirsi e poi lesionarsi, o possono presentarsi placche eritematose con margini netti, dalla forma rotonda e aspetto squamoso bianco-argenteo.

La psoriasi rimane ancora per certi versi un rebus di difficile soluzione, sopratutto per le diverse possibili cause che si possono attribuire a questa patologia.

  • familarità e dna: si ipotizza che alla base della proliferazione eccessiva delle cellule ci sia un difetto genetico, che trova riscontro nell'alta percentuale di familiarità della psoriasi;
  • un'alimentazione sbagliata, cui segue in correlazione la saluta dell'apparato intestinale e la difficoltà nella digestione delle proteine.
  • A volte la psoriasi può essere causata da un'allergia alimentare, o ad una difficoltà dell'organismo ad eliminare le tossine, che a loro volta sono causa delle riproduzione eccessiva delle cellule cutanee.
  • Sempre in relazione alla disintossicazione dell'organismo si può legare la presenza di microbi che portano squilibrio nella flora batterica intestinale, oppure ad una ridotta funzionalità epatica o dei vasi linfatici, in prima linea quando si tratta di filtrare e depurare l’organismo dalle scorie. 
  • Lo stress può essere una causa alla base di questo disturbo, così come le variazioni ormonali o intolleranza a farmaci specifici come FANS, litio o beta-bloccanti;

Torna a:

5 rimedi totalmente naturali per la psoriasi

La ricerca di alternative valide ad alcuni farmaci che possono avere fastidiosi effetti collaterali, o anche ai farmaci biologici, è prassi comune, soprattutto nell'ipotesi di non abbandonare i trattamenti tradizionali ma di affiancarli a soluzioni naturali.

Esposizione al sole

Partiamo da un consiglio low cost, e anche poco impegnativo, meteo e stagioni permettendo.

Per gli individui affetti da psoriasi, si consiglia l’esposizione al sole, da cui spesso riescono a trarre giovamento.

Molti medici la consigliano al fine di ottenere un miglioramento dei sintomi, cercando di valutare attentamente che il proprio paziente non faccia parte di quel 5% di casi in cui l’esposizione ai raggi solari può provare un peggioramento della condizione.

Non è sicuramente un rimedio in grado di risolvere la situazione da solo, ma si può considerare un buon coadiuvante delle terapie convenzionali.

Praticare Sport

Parliamo di quegli sport che prevedono lo svolgimento di un’attività fisica intensa, dove gli effetti antinfiammatori e antistress derivati possono rappresentare un alleato da non sottovalutare nella prevenzione della psoriasi.

Se infatti lo stress viene individuato come una delle possibili cause scanenanti della comparsa della psoriasi, un’attività sportiva regolare e continuativa potrebbe intervenire a monte dello sviluppo di questa condizione.

Gli scienziati hanno scoperto che dopo 30 minuti di esercizio fisico, i livelli di anandamide aumentano, attivando quel meccanismo di ricompensa neurobiologica che ci fa sentire bene e aiuta a diminuire e combattere stress e ansia.

cbd sport artrosi dolore cronico

Terme e trattamenti a base di sale

Tra le terapie che possono apportare benefici in caso di psoriasi vi è la balneoterapia o cura idrotermale. Essa prevede l’impiego di acque termali, con una preferenza per le acque sulfuree o per le acque bicarbonato-calcio magnesiche. 

Si tratta di una terapia considerata adatta soprattutto per pazienti con psoriasi lieve, oltre che per coloro che preferiscono provare a diminuire o ad evitare l’assunzione di farmaci particolarmente forti.

Una terapia alternativa ma simile nel concetto, si basa sulle grotte di sale, o haloterapia.

Nasce nel mondo del wellness e dei centri estetici, ma ultimamente sta guadagnando sempre più spazio anche all’interno di strutture e profilassi ospedaliere.

La haloterapia sarebbe particolarmente indicata sia per pazienti affetti da psoriasi che in caso di eczemi, dermatiti e malattie respiratorie.

Trattamenti erboristici ed Oli vegetali

In natura possiamo trovare diverse soluzioni, principalmente tra i trattamenti erboristici e gli oli vegetali.

Tra i primi troviamo spesso tra gli ingredienti l’aloe vera, la camomilla e il pepe di Cayenna, da cui deriva la capsacina.

Tra gli oli vegetali invece i più efficaci e utilizzati sono l’olio di jojoba e l’olio di macadamia, in quanto ricchi di proprietà emollienti, antiossidanti e protettive.

La loro principale prerogativa è quella di prevenire l’infiammazione. 

Torna a:

Utilizzare olio di Cbd

Infine, per rimanere nel mondo della fitoterapia e quindi dei rimedi naturali, il CBD può essere una soluzione in grado di ridurre l'intensità della psoriasi, interagendo con il sistema linfatico e con le difese immunitarie.

future-of-cbd

Cbd e psoriasi: applicazioni

L’infiammazione della pelle alla base della psoriasi scatena una reazione che porta a una maturazione prematura delle cellule, che sfocia poi nelle lesioni caratteristiche della malattia.

La cannabis, grazie alla sua azione antinfiammatoria, modula la regolazione di questa risposta del nostro organismo. I meccanismi che agiscono alla base della psoriasi, coinvolgono il sistema immunitario dell’essere umano.

Il sistema endocannabinoide “comunica” con il sistema immunitario e agisce sulla regolazione di alcune funzioni fisiologiche. Le complesse relazioni che fanno sì che il sistema endocannabinoide contribuisca all’equilibrio cellulare della nostra pelle sono il contesto in cui il cannabidiolo esercita le proprie qualità benefiche per contrastare la psoriasi. 

Torna a:

Come utilizzare il CBD per la psoriasi?

Il CBD va applicato direttamente sulla zona della cute interessata. Per rendere l’applicazione del CBD più pratica e vicina alle esigenze di chiunque, sono disponibili oli, unguenti, creme e addirittura burrocacao confezionati con il cannabidiolo estratto dalla pianta e dai semi di canapa.

Grazie a questa versatilità, i prodotti al cannabidiolo per uso topico sono sempre più utilizzati da chi soffre di una forma di psoriasi e anche da chi vuole lenire i sintomi di una dermatite o di una qualche altra patologia della pelle.

Tra i prodotti che vengono più adottati come rimedio per la pelle spicca l’olio di CBD.

L’unguento, applicato sulla pelle, una volta assorbito fa sì che il CBD intervenga sul sistema endocannabinoide, lenendo i sintomi della psoriasi e alleviando il olore, sempre grazie alla congiunta azione antinfiammatoria.

L’olio di CBD va applicato con delicatezza sulla zona della pelle interessata e lasciato agire. La quantità di CBD da applicare è variabile e dipende dalla persona, dalla sua risposta al CBD e dallo stato in cui è la patologia.

New call-to-action

CBD e psoriasi, quali sono gli studi a supporto?

Una revisione degli studi condotti fino al 2016 volti a evidenziare i benefici del cannabidiolo sulle infiammazioni, ha evidenziato come i principi attivi della cannabis possano essere utilizzati con successo nel trattamento di varie forme di psoriasi.

Una delle manifestazioni più comuni della psoriasi è, infatti, la riproduzione troppo rapida delle cellule cutanee.

Nel 2007 i ricercatori della Medical School della Nottingham University, hanno osservato come alcuni principi attivi della pianta di cannabis – THC, CBD e altri – fossero in grado di rallentare la crescita anormale dei cheratinociti, le cellule dell’epidermide più comuni.

Queste evidenze hanno spinto i ricercatori a suggerire lo sviluppo di prodotti contenenti quei principi attivi da utilizzarsi per rallentare il processo di crescita incontrollata di cellule della pelle.

Nel 2015, invece, un importante articolo pubblicato su JAMA ha descritto il ruolo della cannabis nel trattamento del dolore cronico derivato dalle condizioni patologiche, fra cui le malattie della pelle.

Risale al 2017, invece, una delle più recenti revisioni dello stato di avanzamento della ricerca sul rapporto tra cannabis e psoriasi.

La revisione è stata curata dai ricercatori dell’Università del Colorado e pubblicata sulle pagine del Journal of the American Academy of Dermatology.

Nella lunga analisi dello stato attuale della ricerca, gli autori hanno messo in luce il chiaro legame tra l’utilizzo (topico e non solo) della cannabis e una sostanziale riduzione delle malattie della pelle e dei sintomi a esse correlati. 

Abbiamo tante altre cose da dirti, cosa ti può interessare?

CHE COS'É IL CBD?

SCOPRI I PRODOTTI

PERCHÉ SCEGLIERE ENECTA?

POSSO PROVARE IL CBD?

Oppure torna a:

New call-to-action

 

0 commenti

"