→ SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 20 EURO → Consegna in Max 2 gg lavorativi - 3 gg per le isole

Terpeni, scopriamo cosa sono e perché sono importanti

    INDICE

Quando osserviamo una pianta di Cannabis una delle prime cose che ci colpisce è probabilmente l’odore; questo grazie ai terpeni, i quali attribuiscono il caratteristico aroma.

I Terpeni sono biomolecole con la capacità di conferire odori e sapori alle piante. In natura ci sono oltre trentamila terpeni presenti in più specie vegetali.

Prodotti dalle stesse ghiandole che producono il THC e il CBD, i terpeni sono utilizzati dalle stesse piante per difendersi, ad esempio dall’attacco degli insetti, emettendo un aroma pungente.

I Terpeni presenti nella Cannabis

I terpeni hanno dimostrato di essere in grado di lavorare in sinergia, contribuendo a creare il quadro fitocannabinoide della pianta di cannabis.

I terpeni si trovano in concentrazione maggiore nelle piante femmine della Cannabis, non impollinate, la quantità e composizione ovviamente cambia a seconda della genetica della pianta e delle condizioni in cui è stata coltivata.

Gli studi scientifici evidenziano le proprietà antinfiammatorie, antiossidanti, analgesiche, anticonvulsivanti, antidepressive, ansiolitiche, neuroprotettive, anti-mutageniche, antiallergiche, antibiotiche e antidiabetiche dei terpeni.

terpeni della cannabis

Mircene

Il mircene è uno dei principali terpeni presenti nella pianta, caratterizza diverse varietà con un aroma muschiato e con fragranze che ricordano i chiodi di garofano.

Tra le caratteristiche del mircene c’è quella di alleviare i sintomi del dolore cronico e di ridurre le infiammazioni; ciò avviene grazie al  legame che si crea con i recettori del sistema endocannabinoide che permette così la risposta analgesica sull’organismo.

Limonene

Il limonene invece sembra avere la capacità di aiutare nei casi di reflusso gastrico, oltre ad agire positivamente sull’umore.

Pinene

Il pinene ha caratteristiche antinfiammatorie e neurostimolanti, contribuisce a migliorare la memoria.

Linalolo

Nel linalolo si evidenziano le capacità sedative, potrebbe aiutare a contrastare l'insonnia.

B-Carofillene

Antiossidante e antinfiammatorio, aiuta a alleviare i sintomi del dolore, e così come il linalolo potrebbe essere utile per combattere l'insonnia.

Umolene

L’umolene ha capacità antibatteriche e aiuterebbe a diminuire l'appetito, contribuendo con il suo effetto antidolorifico.

New call-to-action

ARTICOLI CORRELATI

Effetti collaterali Olio di CBD: quali sono e come rimediare

 

Il CBD non ha particolari effetti collaterali, in questo articolo guideremo i nostri lettori –...

CONTINUA A LEGGERE

CBD, ci sono controindicazioni?

Una delle domande che quotidianamente riceviamo dai nostri utenti/consumatori riguardano le...

CONTINUA A LEGGERE

Flavonoidi: cosa sono e dove si trovano

I flavonoidi sono i composti che donano i caratteristici colori alle piante. Recenti studi hanno...

CONTINUA A LEGGERE
"