→ SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 20 EURO → Consegna in Max 2 gg lavorativi - 3 gg per le isole

Svapare Cristalli CBD: come usarli in maniera corretta?

Attraverso i Cristalli è possibile apprezzare il CBD nella sua forma più pura e salutare donando al sistema psicofisico un generalizzato senso di benessere, eliminando anche i processi di combustione, di cui sono noti i problemi che potrebbero creare alla salute.

vantaggi della vaporizzazione del cbd

Perché vaporizzare il cannabidiolo?

I pericoli legati al fumo sono noti, i processi di combustione possono creare problemi alla nostra salute, così tutti gli esperti concordano sul fatto che in tal senso il Vaping rappresenta un’opzione in più perché

1 - Le temperature sono inferiori quindi si riduce quella presenza di catarro nel sistema respiratorio e di conseguenza tosse e sintomi come “stretta al petto” tipici dei fumatori vanno a ridursi in maniera drastica

2 - Viene eliminato il catrame cancerogeno tipico delle sigarette

3 - Il Vapore non è “fumo”: è completamente inodore

4 - Il Vaping è un modo più efficace per assorbire i cannabinoidi i cui effetti sono quasi istantanei e permettono dunque di capire quale sia la dose giusta da “svapare

5 - Quando "svapiamo" il CBD, le sensazioni che si avvertono sono di maggiore rilassatezza e i sintomi legati al dolore sono drasticamente ridotte.

Come vaporizzare i cristalli in maniera corretta?

Per un processo di vaporizzazione efficiente, è necessario essere muniti di un buon vaporizzatore in cui è possibile tenere sotto controllo la temperatura.
Per ottenere una performance ottimale è necessario vaporizzare i Cristalli tra i 160° e i 180° per non rischiare di bruciarli o di non vaporizzarli sufficientemente.

Basta un quantitativo grande come un chicco di riso per ottenere un buon risultato. Per buon risultato si intende più svapate con l'ottenimento degli effetti desiderati dall'utente, che sia lenire un dolore o la ricerca di uno stato di generalizzato relax.

Sul mercato abbiamo la possibilità di acquistare una serie di vaporizzatori che si differenziano per caratteristiche tecniche e di utilizzo; come andremo a vedere se intendiamo vaporizzare Cristalli di CBD avremmo bisogno di uno strumento che avrà caratteristiche tecniche differenti rispetto ad un vaporizzatore utilizzato per vaporizzare fiori o eliquid.
I vaporizzatori possono essere portatili, da viaggio o fissi.

I Cristalli di CBD Enecta, quando giungono una temperatura compresa tra i 160 e i 180 C°, si sciolgono assumendo la consistenza di un olio.

E’ fondamentale nell’assunzione di questo prodotto utilizzare un vaporizzatore che sia in grado di controllare la temperatura ed in grado di contenere oli.

La grande maggioranza dei vaporizzatori presenti in commercio sono progettati per vaporizzare erbe aromatiche essicate e non per contenere liquidi, come potrebbe essere l'olio derivato dallo scioglimento dei cristalli di CBD.

Questa modalità di assunzione è sicuramente la più immediata ed efficace per apprezzare le proprietà del CBD poiché, assorbito dai polmoni, il principio attivo viene assimilato in maniera istantanea.

cristalli di cbd l'alternativa allo svapo di eliquid

L’importanza della qualità dei cristalli

Un prodotto di qualità che ci permette di apprezzarne al meglio le proprietà del cannabidiolo.
I Cristalli di cbd Enecta sono estratti da Cannabis Sativa L. e successivamente purificati fino al 99%. Oltre al CBD nei Cristalli è presente anche una piccola quantità di terpeni naturali della pianta con l’obiettivo di dare al prodotto il sapore caratteristico di una delizioso estratto di Cannabis.

Come vengono prodotti i cristalli di cbd?

Nella fase iniziale viene ricavato un estratto grezzo dalla pianta di canapa dove troviamo tutti i componenti della pianta, il CBD e quantità minori di altri cannabinoidi, clorofilla, cera, terpeni e tutto ciò che si può estrarre dalla pianta lo troviamo nella prima fase di estrazione che ha l'aspetto di una melassa scura e che conserva al suo interno tutto lo spettro di molecole della pianta di canapa.

Partendo da questo primo estratto, si susseguono varie fasi di raffinazione, che conducono man mano a ottenere una sempre maggiore purezza nel prodotto finale. Quanto più andiamo a raffinare il prodotto e quanto più si focalizza l'attenzione solo su una molecola specifica, tanto più nell'estratto finale ritroviamo alte percentuali di CBD e una quantità decisamente inferiore di tutte le altre sostanze.

Una volta superata la soglia dell'80% di purezza del CBD all'interno dell'estratto, questo inizia a solidificare o, usando il termine specifico, a cristallizzare. Solo in questa fase si possono individuare i primi cristalli nell'estratto.

Il processo di raffinazione prosegue fino a eliminare tutto ciò che non sia cannabidiolo puro e ottenere un estratto finale puro al 99% e oltre: in pratica, con il cristallo abbiamo la molecola pura di cannabidiolo (CBD).

Scarica la guida completa ai cristalli di CBD Enecta.

 

4 commenti

Scrivi un commento
"