→ SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 20 EURO → Consegna in Max 2 gg lavorativi - 3 gg per le isole

Olio di Canapa per cani gatti e animali domestici: la guida completa

    INDICE

I grandi benefici dell’olio di canapa non sono ad appannaggio esclusivo degli esseri umani. Questo straordinario integratore alimentare infatti, può essere molto utile anche al nostro animale domestico. 

Si tratta di un prodotto naturale che funge da potente antiossidante e che può essere utile a rafforzare il sistema immunitario e a prevenire o a curare alcune patologie nei nostri amici a quattro zampe.

In questo articolo vedremo:


attacchi-ansia-panico-cane

Cos’è e come funziona l’olio di canapa per gli amici a quattro zampe

L’olio di canapa è un olio dalle grandi proprietà nutrizionali ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi di canapa. Si tratta di un prodotto naturale molto pregiato privo di proprietà psicoattive, che va consumato crudo per mantenere intatto tutto il suo valore nutritivo.

L’olio di canapa è uno dei pochi alimenti che può vantare un equilibrio perfetto tra omega 3 e omega 6, due grassi essenziali che il corpo dell’animale domestico proprio come il nostro, non produce autonomamente. Questi grassi essenziali sono grassi buoni, indispensabili al sistema nervoso e utilissimi al sistema immunitario di qualunque animale domestico. Una goccia di olio di canapa contiene il fabbisogno giornaliero di omega 3 e omega 6 per un animale di taglia piccola.

Oltre ai grassi essenziali poi, l’olio di canapa può essere un ottimo integratore alimentare perché è particolarmente ricco di vitamine, sali minerali, fibre e amminoacidi. Se somministrato abitualmente, può essere utile anche per prevenire e curare alcune patologie nell’animale domestico.

Le proprietà e gli effetti dell’olio di canapa per cani gatti e animali domestici

Ci si chiede spesso se i benefici dell’olio di canapa siano gli stessi sia per gli esseri umani che per l’animale domestico. È proprio così, l’olio di canapa è un potente antiossidante e come tale fa bene al sistema nervoso degli esseri umani ma anche a quello dei nostri amici a quattro zampe.

Può rafforzare le difese immunitarie di entrambi ed essere un buonissimo integratore alimentare per tutte e due le categorie.

Vediamo insieme quali sono i principali benefici dell’olio di canapa per cani, gatti e gli altri animali domestici.

L’olio di canapa:

  • fornisce dei grassi essenziali come gli omega 3 e gli omega 6, tra l’altro in un rapporto perfettamente bilanciato
  • rafforza il sistema immunitario
  • previene le patologie a carico dell’apparato cardiovascolare
  • previene e migliora l’artrosi muscolare
  • fornisce un significativo apporto di vitamine e sali minerali
  • aiuta ad abbassare un colesterolo alto

Olio-di-Canapa-per-animali

Le proprietà e gli effetti dell’olio di CBD per cani gatti e animali domestici

Ecco invece tutti i benefici dell’olio di CBD, che viene ottenuto attraverso l’estrazione del principio attivo dalla pianta di cannabis e può essere utilizzato come l’olio di canapa, per migliorare la salute dei nostri amici a quattro zampe.

L’olio di CBD:

  • allevia il dolore cronico causato dall’artrosi o da una patologia infiammatoria in corso
  • migliora lo stato dell’artrosi
  • aiuta a contrastare i sintomi dell’epilessia
  • combatte lo stress dell’animale domestico, sia quello temporaneo come, per esempio, il suono di una sirena, un viaggio lungo o i fuochi d’artificio. Sia quello prolungato come un pre e post trasloco o una forte ansia da separazione
  • aiuta ad affrontare un decorso post-operatorio
  • può aiutare a combattere l’insonnia

Anche in questo caso, in molti si chiedono se gli effetti del CBD siano gli stessi sia per noi che per gli animali domestici.

La risposta è di nuovo affermativa, eppure non dovrebbe stupirci che molti degli effetti benefici dell’olio sull’animale domestico siano comuni agli effetti benefici dell’olio sugli esseri umani. Gli esseri umani non sono gli unici ad avere un sistema endocannabinoide che si occupa di regolare le principali funzioni fisiologiche.

È una prerogativa di tutti i mammiferi, quindi usare CBD per cani e gatti è corretto oltre che consigliato in quanto prodotto naturale, come alternativa a farmaci invasivi.

È proprio grazie al sistema endocannabinode, che il principio attivo del CBD può agire sul sistema nervoso del cane, del gatto o del coniglio. Ed è grazie a questa azione sul sistema nervoso che il CBD interviene sui sintomi più sgradevoli di alcune patologie, migliorando la salute e le condizioni di vita dell’animale domestico.

Infografica_Enecta-blog_Le-proprietà-e-gli-effetti-dell-olio-di-canapa-per-cani-gatti-e-animali-domestici

Utilizzo e dosaggio dell’olio di canapa e dell’olio di CBD per animali domestici

Sebbene non abbiano effetti collaterali spiacevoli, è buona norma rivolgersi al proprio veterinario di fiducia prima di iniziare a somministrare olio di canapa o olio di CBD al vostro animale domestico. Ormai molti veterinari conoscono i benefici dell’olio di canapa e dell’olio di CBD, con un consulto potranno aiutarvi nell’approccio a questo tipo di integratore alimentare, suggerendovi le dosi giuste per il vostro amico.

Tuttavia, ecco delle semplici linee guida che potranno esservi utili sulle dosi consigliate.

  • Per quanto riguarda l’olio di canapa, potete utilizzarne fino a un cucchiaino da caffè al giorno per un cane di taglia media. Mezzo cucchiaino per un cane di piccola taglia, un gatto o un coniglio e un cucchiaino e mezzo per un cane di taglia superiore i 25 chilogrammi. Nel caso di un cavallo potreste invece andare sicuri con uno o due cucchiai grandi al giorno.
  • Per l’olio di CBD invece è consigliabile iniziare con una dose molto bassa e andare pian piano aumentando mentre si monitorano le reazioni del cane. Per un gatto, un coniglio o un cane di taglia piccola l’ideale può essere iniziare con due gocce a pasto di olio di CBD al 3%. Per un cane di taglia media può essere somministrato olio di CBD al 10%, sempre partendo dalle due alle quattro gocce al giorno.

Ma come somministrare al nostro animale domestico questo tipo di integratore alimentare?

Sia l’olio di CBD che l’olio di canapa per animali sono quasi insapori e possono essere mescolati al cibo o somministrati con il contagocce direttamente nella bocca dell’animale domestico. Potete dividere la somministrazione in due momenti, mattina e sera.

Entrambi possono essere utilizzati per dei cicli di tre, sei o nove mesi come ogni altro integratore alimentare. L’olio di CBD però può essere utilizzato anche al bisogno in caso di una crisi di ansia, di dolore cronico o di un improvviso attacco di dolore acuto. Per trattare l’artrosi è consigliato un ciclo di almeno sei mesi.

La domanda ricorrente è: l’olio di CBD è sicuro per cani e gatti? E l’olio di canapa? La risposta è sì, sono entrambi molto sicuri a parte in presenza di allergie particolari per le quali il vostro veterinario potrebbe sconsigliarne l’utilizzo. Esattamente come gli esseri umani, ogni animale domestico ha la propria storia clinica, ecco perché il parere del veterinario è sempre indispensabile.

olio di cbd per animali domestici

Olio CBD per animali: i pareri di esperti e veterinari

Sia l’olio di canapa che l’olio di CBD cominciano ad essere utilizzati anche in ambito veterinario. Le risposte di successo avute dall’olio di CBD in campo medico non sono passate inosservate ai colleghi veterinari.

Negli ultimi anni infatti, l’olio di CBD, si è rivelato fondamentale per trattare crisi epilettiche e dolore cronico negli esseri umani, anche in casi di patologie molto gravi e invalidanti.

Partiamo dal presupposto che il corpicino del nostro animale domestico, seppure in miniatura e con qualche differenza, condivide molto con il nostro. Non è un caso, infatti che molte patologie siano condivise. Pensate all’artrite, all’osteoporosi o all’epilessia.

Già da molti anni negli Stati Uniti l’olio di CBD viene usato regolarmente per curare ogni tipo di animale domestico, dal cane, al gatto, al cavallo, fino al coniglio e al criceto. In Usa non si limitano all’olio di CBD o all’olio di canapa, può essere utilizzata anche la cannabis terapeutica per gli animali. Pioniere di questa rivoluzione, il veterinario Doug Kramer, che non se la sentiva più di praticare eutanasia su animali che avrebbero potuto stare meglio con i principi attivi della cannabis sativa.

Anche in Italia oggi i veterinari conoscono l’olio di CBD e ne riconoscono il potenziale.

In molti riconoscono anche il potenziale della cannabis terapeutica, ma a fronte del fatto che al momento è di difficile reperibilità per gli esseri umani, escludono si possa aprire in breve tempo una possibilità di questo tipo di terapia anche per gli amici a quattro zampe.

Tuttavia, esistono veterinari come la Dottoressa Elena Battaglia, che contribuiscono a fare divulgazione scientifica sulle proprietà del CBD e sulle proprietà terapeutiche della cannabis sativa in generale.

In particolare, la Dottoressa Battaglia è molto colpita dall’efficacia del CBD sull’artrosi. In molti casi, gli animali domestici hanno smesso di prendere antidolorifici e integratori e dalle lastre è possibile vedere effettivi miglioramenti dopo un ciclo di assunzione.

Particolarmente significativi secondo lei, anche gli effetti del CBD come antinfiammatorio, che ha permesso in alcuni casi di sospendere cortisone e farmaci invasivi, risolvendo il problema con questo prodotto naturale.

New call-to-action 

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

Enecta 4:20, Giornata Mondiale della Cannabis!

 

420 è un numero molto importante per gli amanti della Cannabis, il 20 Aprile (4-20) in tutto...

CONTINUA A LEGGERE

L’industria della canapa: per un futuro più green

L’Italia è stata, nei primi anni del XX Secolo e sino al 1939, il Paese leader nella...

CONTINUA A LEGGERE

Germinazione semi di canapa: la guida completa

Far germinare i semi è il primo passo per coltivare piante di cannabis. La germinazione non è...

CONTINUA A LEGGERE
"