→ SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 49€ →

Enecta, uso, effetti e proprietà olio di CBD

Sempre più utenti chiedono informazioni sulle proprietà e gli effetti del cannabidiolo sulla salute, in questo articolo spieghiamo tutto quello che c’è da sapere sul CBD!

Proprietà del Cannabidiolo

Il CBD è importante per la sua capacità di attivare e stimolare le risposte del sistema nervoso all'interno dell'organismo.

Il Cannabidiolo grazie al suo potenziale neuro-protettivo, basato sulla combinazione delle sue proprietà anti-infiammatorie e anti-ossidanti potrebbe rivelarsi utile, ad esempio, nel contrastare l’insonnia.

Lo studio pubblicato nel 2017 “Cannabis, Cannabinoids, and Sleep: a Review of the Literature” dimostra come il cannabidiolo (CBD) potrebbe avere un potenziale terapeutico per favorire una buona qualità del sonno.

La latenza del sonno viene ‘misurata’ attraverso di un test, che avviene un’ora e mezzo, tre ore dopo il sonno notturno, in cui si invita il paziente, che si trova in una stanza silenziosa, oscurata e a temperatura costante, ad addormentarsi quattro - cinque volte ad intervalli di due ore.

Il test si conclude 15 minuti dopo che il paziente si è addormentato oppure dopo aver tentato per 20 minuti di addormentarsi senza riuscirci. Una latenza dell’addormentamento, più volte riprodotta, al di sotto dei 5 minuti è patologica, fra i 5 e 10 minuti rientra nei valori limite.

“Il tetraidrocannabinolo Delta-9 (THC) può ridurre la latenza del sonno ma può compromettere la qualità del sonno a lungo termine”.

 

CBD (Cannabidiolo), dopo quanto tempo fa effetto?

I ‘tempi di effetto’ del CBD sono legati, in generale, alle modalità di assunzione.

Il metabolismo del CBD essendo implicato in molti processi fisiologici come modulatore di altri sistemi, non solo quello endocannabinoide, è molto soggettivo.

Un elemento di cui tenere conto per valutare i ‘tempi di effetto’ del cannabidiolo.

Tuttavia possiamo affermare che se assumiamo CBD per via sublinguale, come l’olio (Link > ) o per via inalatoria, ad esempio vaporizzando cristalli, evitiamo il passaggio nel tratto gastro intestinale, e ci sarà un effetto stimato entro un tempo di quindici minuti.

Se invece ingeriamo il CBD attraverso le capsule, quindi con il passaggio nello stomaco, i “tempi di effetto” si allungano ed in base agli enzimi coinvolti possono variare da uno alle tre ore!

 

Quale prodotto scegliere?

Per regolare in maniera precisa il dosaggio del CBD, con Premium Hemp Extract Capsules sai esattamente quanti milligrammi di CBD assumi ogni volta che ingerisci una capsula.

Un elemento di forza di questo prodotto riguarda l’assorbimento da parte del nostro organismo dell’Olio di CBD. Attraverso le capsule appare più completo rispetto all’assunzione attraverso le gocce.

 

Quali sono i possibili effetti collaterali del CBD?

Un effetto “collaterale” potrebbe essere legato ad un eccessivo senso di secchezza, ciò è dovuto ai recettori cannabinoidi presenti nelle ghiandole sub mandibolari che sono responsabili della produzione di saliva.

L’attivazione di questi recettori altera la produzione salivare portando alla secchezza della bocca.

Un secondo effetto “collaterale” del cannabidiolo è quello di un eccessivo stato di relax e quindi di presunta sonnolenza.

In questo caso si raccomanda, prima di assumere CBD, di partire da quantitativi di assunzione contenuti per poi tarare sulla base delle proprie esigenze.

L’assunzione elevata di CBD potrebbe creare una sorta di effetto vertigine associato magari ad un calo della pressione sanguigna. In questo caso potrebbe essere sufficiente bere un the per far scomparire lo sgradevole effetto.

In dosi più elevate, il CBD potrebbe causare sonnolenza, il consiglio è di non guidare o fare cose che richiedono particolare concentrazione.

 New call-to-action

 

0 commenti