→ SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 20 EURO → Consegna in Max 2 gg lavorativi - 3 gg per le isole

Olio CBD e concentrazione: Come scegliere quello giusto per noi

    INDICE

Il cannabidiolo o CBD è un cannabinoide che a differenza del THC non è psicoattivo, possiede però grandi potenzialità terapeutiche. Una delle forme più consigliate per assumerlo sono gli oli ma l’olio di CBD è disponibile in diverse concentrazioni di principio attivo, come facciamo a scegliere quella più adatta alle nostre esigenze?

olio-di-cbd-EnectaOlio CBD: benefici e usi

Il cannabidiolo (CBD) è uno dei numerosi cannabinoidi che, oltre il THC, le piante di cannabis sativa producono regolarmente.

Privo di effetti psicoattivi, è noto per le sue proprietà terapeutiche, date dalla sua capacità di interazione con il nostro sistema endocannabinoide, responsabile della regolazione delle nostre principali attività fisiologiche.

Tra i vari prodotti in cui il CBD è reperibile, gli oli sono sicuramente uno dei prodotti privilegiati dalle persone. Possono essere assunti oralmente o diluiti nell’acqua ma anche utilizzati per uso cutaneo.

Vale anche per l’olio di CBD, che negli ultimi anni è diventato un vero e proprio integratore ad ampio spettro in grado di aiutare le persone a contrastare determinati disturbi in modo del tutto naturale.

Con una percentuale di THC dello 0, 2%, l’olio di CBD è, oltre che legale, ben tollerato dalla maggior parte delle persone che lo assumono.  Non ha effetti collaterali, se non blandi effetti indesiderati a dosaggi altissimi.

Le proprietà terapeutiche dell’olio di CBD sono invece tante e diverse, non stupisce che il principio attivo venga impiegato sempre più frequentemente anche a livello farmacologico. È per esempio alla base di Epidyolex, un farmaco creato e approvato per lenire i sintomi dell’epilessia farmaco resistente. Noi stessi, abbiamo partecipato con il nostro olio di CBD al 24%, a una ricerca condotta dall’ospedale Gaslini di Genova su 37 pazienti affetti da epilessia farmaco resistente. La ricerca ha dimostrato gli effettivi benefici che il CBD può portare, riducendo significativamente i sintomi del disturbo.

A più basse concentrazioni e ad uso diciamo “domestico” l’olio di CBD viene utilizzato per trattare molti dei disturbi che caratterizzano il nostro quotidiano. Vediamo quali sono i principali benefici dell’olio di CBD:

  • Proprietà ansiolitiche: il CBD può alleviare stati d’ansia e contrastare attacchi di panico. Aiuta in casi di lieve depressione e per gli sbalzi d’umore e anche a ridurre l’insonnia e i disturbi del sonno provocati da stress e ansia.

  • Proprietà analgesiche e antinfiammatorie: il CBD viene utilizzato per tutti quei disturbi che hanno al centro il dolore cronico. Contrasta il dolore acuto e le tensioni muscolari. Può essere molto utile anche in caso di disturbi a carico delle ossa, come reumatismi e artriti. Le proprietà antinfiammatorie fanno sì che il CBD sia efficace in caso di psoriasi o di alcuni tipi di acne. L’olio di CBD, che è assolutamente adatto all’uso cutaneo, è l’ideale per trattare questo tipo di disturbi della pelle

  • Stimolante dell’appetito: il CBD viene spesso impiegato per ridurre la nausea e per stimolare l’appetito in pazienti che hanno difficoltà nel mangiare

  • Proprietà neuroprotettive: il CBD è anche un potente neuro protettore in grado di prevenire e rallentare il processo d’invecchiamento provocato dallo stress ossidativo. Può essere utile per favorire l’attenzione e ritrovare la capacità di concentrazione in periodi di particolare stanchezza

  • Proprietà antiossidanti: il CBD viene utilizzato anche in cosmetica per via del suo potenziale antiossidante. A livello cutaneo può essere utilizzato in aggiunta alla propria crema per un effetto anti age

L’olio di CBD è uno degli estratti più puri in cui il CBD può essere utilizzato. È importante però assicurarsi che i prodotti siano regolarmente testati e controllati e che il CBD provenga da piante di cannabis sativa biologica certificata.

Olio-di-CBD-su-mano-ragazza    

Cosa significa “alta concentrazione di CBD”?

Quando si parla di un prodotto ad alto contenuto di CBD o ad alta concentrazione di CBD, ci si riferisce a un prodotto che contiene una percentuale di principio attivo particolarmente elevata.

Si intende che il principio attivo all’interno del prodotto è puro ed è stato ottenuto da un processo sicuro e controllato e che il CBD viene prodotto da piante organiche.

Un prodotto ad alta concentrazione fa in modo che il CBD sia assorbito e faccia effetto più rapidamente, è un concentrato di principio attivo che non ha niente a che vedere con gli oli generici che menzionano solo la presenza del CBD. Per esempio, gli oli di CBD in cui non viene riportata la concentrazione precisa, il CBD viene solo menzionato insieme ad altri cannabinoidi.

Alta concentrazione di CBD dovrebbe in definitiva essere garanzia di qualità e assicurare che il principio attivo possa essere davvero efficace in termini di effetto e durata.

Quando usare il CBD ad alta concentrazione?

Nel dare modo al CBD di esprimere le sue proprietà terapeutiche, un’alta concentrazione di principio attivo fa la differenza. Il CBD viene assorbito molto più velocemente e non viene disperso o diluito in altre sostanze che ne rallentano l’assorbimento.

Inoltre, una maggiore concentrazione di principio attivo fa in modo che le persone assumano quantità inferiori di prodotto ottenendo comunque il massimo dei risultati in termini di benefici.

Può essere la soluzione più diretta ed efficace per tutte le persone che desiderano approcciare al CBD per avere dei reali miglioramenti in termini terapeutici e provare a sperimentarlo come alternativa naturale ad altri tipi di soluzioni.

È sicuramente il formato più indicato in tutti casi in cui il CBD viene prescritto all’interno di una terapia specifica dal proprio medico, cosa ormai non più così insolita.

Il CBD in un’alta percentuale è più efficace e veloce anche nel contrastare gli attacchi di panico e i dolori acuti, quindi per dare una risposta immediata durante il problema.

Quanto costa il CBD ad alta concentrazione?

È abbastanza naturale che un prodotto con un alto contenuto di CBD abbia un costo un po’ più elevato di uno tra i tanti prodotti al cannabidiolo presenti in commercio, come gli oli di CBD generici o tutti quei prodotti con provenienze e certificazioni poco chiare.

Se la concentrazione di CBD è reale e se il CBD proviene da piante biologiche e certificate e viene regolarmente testato in laboratorio, è più che normale che si paghi un costo che corrisponderà però a garanzia di qualità. Dietro a un prodotto certificato c’è tanto lavoro che investe l’intera filiera produttiva e ha un prezzo diverso dai prodotti tipicamente industriali o sottoposti a pochi o inesistenti controlli qualità.

In generale, comunque, i prodotti al CBD ad alta concentrazione possono essere reperiti, a seconda della concentrazione, alle seguenti, abbastanza contenute fasce di prezzo:

  • Più o meno tra i 15 e i 25 euro per prodotti con un principio attivo dal 3 al 5%.

  • Tra i 40 e 70 euro per prodotti con un principio attivo al 10%.

  • Tra i 120 e 150 per prodotti con una concentrazione dal 20% in su.

Olio-di-cbd-vicino-uomo-che-cammina

CBD al 5, al 10 o al 24. Come scegliere quello giusto per noi?

Abbiamo sentito tanto parlare dell’olio CBD e ci siamo finalmente decisi a provarlo ma quale percentuale scegliere tra quelle disponibili sul mercato? Da quando il CBD è diventato popolare grazie alle sue proprietà terapeutiche, le proposte di prodotti a base di questo principio attivo sono triplicate e orientarsi può essere complicato.

Solitamente il CBD si può trovare in percentuali che vanno dal 5 al 25%. Esistono anche prodotti al CBD che presentano sulla confezione percentuali di principio attivo ancora più alte, ma è bene prestare molta attenzione per due motivi. Prima di tutto il CBD è uno dei cannabinoidi più difficile da mantenere stabili durante il processo di coltivazione, soprattutto sopra una certa percentuale. È in molti casi quindi poco credibile che percentuali eccessivamente alte corrispondano al CBD presente nel prodotto.

Inoltre, un prodotto ad alto contenuto di CBD, come ad esempio il nostro olio di CBD al 24%, viene utilizzato anche e soprattutto per trattare patologie importanti come l’epilessia farmaco resistente. Si tratta di una percentuale già molto alta, oltre la quale sarebbe bene evitare l’utilizzo “casalingo”.

Vediamo allora come scegliere la percentuale di principio attivo:

  • Olio di CBD dal 2 al 5%: sono le percentuali più basse il cui il CBD può essere reperito. È una concentrazione sufficiente per sperimentare gli effetti del principio attivo, diversi da persona a persona. È la scelta ideale per le persone che si approcciano al principio attivo per la prima volta. È in grado di attenuare la nausea, stimolare l’appetito e intervenire sullo stress, sulla stanchezza e sulla tensione muscolare.

  • Olio di CBD dal 8 al 10%: è la percentuale in cui il CBD viene utilizzato maggiormente. Può essere molto utile in caso di dolore cronico, tensioni muscolari, reumatismi e dolori articolari. Aiuta a dormire meglio, contrastare gli attacchi di panico, ridurre l’ansia, gli sbalzi d’umore e i sintomi di lieve depressione. È un ottimo integratore per chi pratica sport e funziona come potente antiossidante.

  • Olio di CBD dal 20 al 24%: è tra le percentuali più elevate in cui il CBD può essere reperito. È indicato per tutte le persone che conoscono e utilizzano abitualmente il cannabidiolo. È particolarmente efficace contro il dolore cronico patologico e contro i sintomi di alcune patologie importanti, come l’epilessia farmaco resistente o il morbo di Parkinson. Viene utilizzato anche per trattare patologie neurodegenerative. Può essere utilizzato per contrastare attacchi di panico, stati d’ansia acuti, osteoporosi, reumatismi e patologie infiammatorie. Trattandosi di una concentrazione di CBD molto elevata, è importante consultare il proprio medico prima dell’assunzione del principio attivo, soprattutto se si stanno assumendo altri tipi di sostanze, che siano farmaci o integratori.

Enecta propone olio di CBD al 3, al 10 e al 24%. Il nostro olio di CBD Premium proviene da piante di cannabis sativa completamente organiche ed è testato in laboratorio per il controllo di pesticidi e metalli pesanti. Oltre al CBD, il nostro olio contiene altre sostanze naturali che contribuiscono alla qualità del prodotto. Nello specifico olio di semi di canapa biologico, che abbiamo scelto come olio conduttore perché ricco di omega 3 e omega 6, in grado di proteggere dallo stress ossidativo. Flavonoidi, che svolgono un’ulteriore azione antiossidante, terpeni, che potenziano e arricchiscono le proprietà terapeutiche del CBD e altri cannabinoidi in percentuali minori.

Perché scegliere una concentrazione al 10%?

Tra i nostri oli di CBD, quello al 10% è diventato un best-seller, probabilmente per la sua versatilità.

Il 10% è la concentrazione di principio attivo ideale per conoscere il CBD e si adatta a diverse esigenze.

Una goccia corrisponde a 3 mg di CBD, dosaggio ideale per iniziare ad assumerlo. Con due gocce si ha già un alto contenuto di CBD, 6 mg, efficaci per intervenire su diversi disturbi, dal dolore all’attacco di panico.

Le persone lo utilizzano abitualmente per combattere insonnia, stati d’ansia, dolori articolari e infiammazioni muscolari.

Non è un caso, che il CBD sia utilizzato in questa concentrazione, da chi pratica sport, anche e soprattutto a livello agonistico. La sua efficacia contro le infiammazioni lo rende un’alternativa naturale agli antinfiammatori non steroidei, ai corticosteroidi e agli oppioidi.

Il CBD al 10% può dare una grossa mano a gestire l’ansia e lo stress quotidiano, riequilibrando eventuali squilibri a livello del sistema endocannabinoide.

Le sue proprietà ansiolitiche sono documentate da numerosi studi e l’ansia è in effetti alla base di tante altre problematiche, dall’insonnia alla nausea, dall’emicrania alla scarsa capacità di concentrazione.

Se il l’olio di CBD al10% viene assunto regolarmente diventa un integratore a spettro completo, in grado di rinforzare il sistema immunitario e proteggere l’organismo dallo stress ossidativo.

È una concentrazione che permette al CBD di agire su diversi fronti, allo stesso modo di goccia in goccia, le persone possono sperimentare in modo graduale e sicuro gli effetti del principio attivo.

Concentrazione e dosaggio: quanto Olio di CBD dobbiamo assumere

Qualunque sia la concentrazione di CBD è importante personalizzare il dosaggio in base alle proprie esigenze e ala risposta del proprio fisico. Siamo diversi e non esiste una regola precisa per iniziare a dosare un prodotto come l’olio di CBD.

Tuttavia, è altamente consigliabile iniziare con la dose minima di 1 o 2 gocce al giorno. È possibile poi, se necessario, magari in momenti di particolare stress o in presenza di un’infiammazione o un dolore cronico persistente, aumentare fino a un massimo di 10 gocce al giorno.

Per quanto riguarda l’olio di CBD di Enecta, considerate che una goccia di Premium Hemp Extract al 3% equivale a 1 mg di CBD. Una goccia di Premium Hemp Extract 10% è pari a 3 mg di CBD. Mentre una goccia di Premium Hemp Extract 24% è uguale a 7 mg di CBD.

È chiaro che maggiore è la concentrazione, minore può essere il dosaggio necessario.

Ricordiamo che il CBD non va assunto in gravidanza e durante il periodo di allattamento.

In caso di patologie particolari o assunzione di farmaci, è importante consultare un medico per assicurarsi che il CBD sia sicuro per noi.

olio di CBG

 

"