→ SPEDIZIONE GRATUITA A PARTIRE DA 20 EURO → Consegna in Max 2 gg lavorativi - 3 gg per le isole

Acquistare CBD online: le domande più frequenti degli utenti

    INDICE

Sono molte le domande che quotidianamente arrivano dai nostri lettori ed utenti.

Cercano informazioni sulle caratteristiche del CBD, sulle modalità di assunzione, gli effetti e in alcuni casi anche sulle possibili dipendenze. Con questo articolo vogliamo fare chiarezza su diversi punti.

 

Per quanto tempo il CBD rimane all’interno del corpo umano?

Il parametro che indica tecnicamente la durata o “permanenza” di una sostanza all’interno del nostro organismo, prende il nome di emivita, ovvero il tempo necessario per ridurre del 50% la concentrazione plasmatica della sostanza.

Ovviamente tutto dipende dalle modalità con cui il CBD viene assunto, ad oggi la ricerca sul CBD riporta di 27-35 ore per la somministrazione per via inalatoria e di 2-5 giorni per quella orale.

 

Una volta assunto, dopo quanto tempo fa effetto?

La letteratura scientifica afferma come l’effetto “più rapido” per ottenere effetti si ha attraverso la somministrazione per via inalatoria (5-10 minuti), mentre per quanto riguarda la somministrazione per via orale un aumento della concentrazione plasmatica del CBD inizia a verificarsi dopo 1 ora raggiungendo il picco dopo circa 3 ore; successivamente inizia ad essere eliminato attraverso le feci e le urine.

In uno studio è stato riportato come il picco di CBD nelle urine dopo somministrazione orale superiore ai 150mg si è registrato dopo 6 ore. Si potrebbe pertanto dedurre che l’effetto del CBD possa durare per almeno 6 ore.

italiano-uso-cannabis

 

Sono molti gli utenti che hanno sollevato il tema della dipendenza, il CBD può crearne?

La letteratura scientifica ad oggi non ha dimostrato problemi di abuso o dipendenza fisica sia in campo animale che umano relativi all'assunzione di CBD.

Il report dell’Organizzazione Mondiale della Sanità pubblicato a marzo 2018 specifica che il cannabidiolo non provoca effetti collaterali sulla nostra salute ma, piuttosto, le attuali evidenze indicano chiaramente la sua potenziale applicazione in ambito medico.

Secondo il rapporto il cannabidiolo (CBD) è sicuro e ben tollerato negli esseri umani (e negli animali), e non è associato ad alcun effetto negativo sulla salute pubblica. La commissione di esperti ha anche affermato che il CBD non induce dipendenza fisica e non è "non associato a potenziali abusi". Allo stesso modo, ad oggi, non ci sono prove dell’insorgenza di problemi di salute pubblica associati all'uso della CBD.

 

Quindi come gestire il dosaggio di CBD e trovare quello adatto alle mie esigenze?

Gli effetti del CBD sono caratterizzati da un’ampia variabilità inter-individuale e influenzati anche dalla modalità di assunzione e dal dosaggio.

Il quantitativo ideale per raggiungere gli effetti desiderati può pertanto cambiare da soggetto a soggetto, quindi quello che raccomandiamo è in primis di capire perché stiamo assumendo CBD, ad esempio alleviare un dolore specifico, e inseguito “ascoltarsi”.

L’esperienza riportata dai consumatori é quella di iniziare con un quantitativo relativamente basso di CBD e verificare se si ottengono i risultati attesi; in caso contrario aumentare gradualmente il dosaggio fino al raggiungimento degli effetti desiderati. Si consiglia di rivolgersi anche ad un medico per individuazione del dosaggio appropriato.

 

Qual è la differenza tra i tre tipi di oli?

I tre tipi di oli non presentano alcuna differenza sostanziale. La principale differenza risiede esclusivamente nella percentuale di cannabidiolo nella soluzione.

A seconda delle esigenze c'è chi preferisce assumere 3 gocce di olio di CBD al 10% e chi, invece, predilige prendere 10 gocce di olio di CBD al 3%. Ciò che cambia è la gradevolezza dell'assunzione, calcolata sulla preferenza soggettiva.

 estratti-d-cannabis-e-olio-di-cbd

 

Avete prodotti per gli animali domestici?

Enecta dispone di Olio di CBD per animali domestici, parte della linea Premium e prodotto a partire dalle piante di Cannabis sativa L., coltivate in Italia senza uso di pesticidi o erbicidi.

Premium CBD Oil for Pets è disponibile in due versioni: da 10 ml con 500 mg di CBD oppure da 30 ml con 1500 milligrammi di CBD. La concentrazione di cannabidiolo (CBD) non cambia e rimane la stessa in entrambe le versioni. L’olio di CBD può essere aggiunto agli alimenti consumati dall’animale domestico oppure dosato attraverso un pratico contagocce in plastica “a prova di morso”.

Il dosaggio e le modalità di somministrazione devono essere decise e dettate dal veterinario, il quale valuterà ogni singolo e specifico caso per individuare correttamente una terapia.

Il cannabidiolo può essere usato in veterinaria per trattare un grande numero di disturbi. Le patologie per cui, di solito, viene prescritto sono l’artrosi, l’epilessia e l’ansia. Tuttavia il cannabidiolo viene considerato anche nel momento in cui si rende necessario l’impiego di un antinfiammatorio o di un antidolorifico. 

 

Perchè avete una linea cosmetica?

Il cannabidiolo (CBD) possiede qualità tali da renderlo ideale per la preparazione di prodotti cosmetici. Il CBD, infatti, è in grado di prevenire e contrastare molteplici condizioni patologiche e malattie della pelle, fra cui eczemi, dermatiti e psoriasi. Il CBD è anche dotato di un ottimo potere antiossidante, ideale per prevenire l’invecchiamento della pelle.

Inoltre il cannabidiolo contribuisce alla regolazione del sebo della pelle e diventa così un alleato per combattere l’acne. L’olio di semi di canapa, con cui vengono confezionati i prodotti della linea cosmetica Enecta, è un ingrediente già ben noto al mondo della cosmetica, grazie alla presenza di acidi grassi quali Omega 3 e Omega 6.

L’olio di semi di canapa dona ai prodotti proprietà emollienti, che agendo in profondità, aiutano a preservare la pelle da arrossamenti, irritazioni ed infiammazioni, da disidratazione e dall’azione di agenti atmosferici esterni. Si tratta di proprietà che agiscono in parallelo con quelle del cannabidiolo, per giungere così a un’azione naturalmente efficace sulla nostra pelle.

Non mancano, infine, le vitamine C ed E, dalle importanti proprietà antiossidanti, che rallentano i processi di invecchiamento cellulare e depressione del sistema immunitario, eliminando i radicali liberi.

 

cbd-cosmetico-trend-2020

Qual è la differenza tra la linea C e la linea Premium?

Gli oli della linea C Enecta, da assumere in gocce, contengonocannabidiolo (CBD) in tre differenti concentrazioni (300, 1000 e 2400 mg) e sono in grado così di adattarsi alle specifiche esigenze di ognuno.

L’aggiunta di tocoferoli oltre a garantire la naturale conservazione del prodotto, associa alle proprietà del cannabidiolo importanti proprietà antiossidanti che riducono gli effetti nocivi dei radicali liberi.

Gli olii di CBD Premium Hemp Extract contiengono olio di semi di canapa, estratto di canapa con alto tenore di Cannabidiolo, miscela di tocoferoli naturali. Sono presenti inoltre altri cannabinoidi (CBDA, CBV, CBG, CBN) in basse quantitá, terpeni, flavonoidi e altre naturali composti della pianta di canapa.



Quali sono le diverse modalità per assumere il CBD?

Olio, cristalli, capsule, eliquid, cosmetici. La grande differenza tra i diversi prodotti risiede esclusivamente nella forma in cui si presenta il CBD, e quindi nella sua modalità di assunzione.

Gli oli ad esempio, i più conosciuti del "gruppo" sono utilizzati per la loro efficace e rapida azione sull'organismo, data dall'assunzione sublinguale. L’olio di CBD può essere assunto sia per via orale che cutanea.

I cristalli, invece, assumono preferibilmente attraverso un vaporizzatore adatto allo scopo, in grado di controllare la temperatura. Gli Eliquids, caratterizzati dalla presenza di un aroma naturale, sono indicati per godere del piacere dello svapo.

 

Il CBD è psicoattivo?

Il CBD, a differenza del THC, non ha attività psicotropa; al contrario numerosi sono gli studi che evidenziano come possa contrastare o ridurre gli effetti negativi del THC.

La ricerca suggerisce che piú che definire il il Cannabidiolo sostanza non psicoattiva bisognerebbe definirla non inebriante, questo perché malgrado abbia notevoli effetti sul cervello, sembrerebbe essere privo di quelle caratteristiche che potrebbero trasformarlo in una sostanza in grado di dare fenomeni di abuso o dipendenza.

 

New call-to-action

 

ARTICOLI CORRELATI

Come preparare una Tisana con Fiori di Cannabis?

In questo articolo parliamo di come realizzare una Tisana con Cannabis ricca di Cannabidiolo.

CONTINUA A LEGGERE

Recensioni Enecta: l'uso del Cbd in casi di dermatiti e rosacea

Per un’azienda come Enecta che opera in un mercato nuovo ed emergente come quello dei ...

CONTINUA A LEGGERE

Olio di Cannabis, che cos'è?

Come orientarsi nel mondo, sempre più ricco, degli oli estratti dalla pianta di cannabis

CONTINUA A LEGGERE
"