→ SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 49€ →

Dosaggio CBD, come gestirlo e trovare quello adatto alle tue esigenze?

Quanto CBD devo assumere per…? Dubbi, domande e risposte sulla quantità giusta di cannabidiolo da usare

Ansia, dolore cronico, disturbi del sonno, psoriasi, mal di testa: il cannabidiolo (CBD) può esser impiegato per trattare una miriade di problemi di salute.

Mentre gli studi scientifici mettono ogni giorno più in luce i benefici che può avere il cannabidiolo, moltissime persone si domandano quale sia il dosaggio consigliato. Sembra scontato affermarlo ma il dosaggio di CBD dipende da persona e persona, dal metodo che viene impiegato per assumerlo e, soprattutto, dal fine che vogliamo raggiungere. Alcune persone lo impiegano il CBD come integratore alimentare (utilizzando alcune gocce di olio di cannabidiolo all’interno degli alimenti), altre invece applicano l’olio di CBD direttamente sotto alla lingua: nei due casi appena descritti a variare è il tempo con cui si manifestano i benefici. Il consiglio, soprattutto se si intende assumere CBD più volte al giorno, è quello di iniziare con una dose e poi, gradualmente, capire quello che è il dosaggio di CBD ideale. L’importante, sempre, è che i cristalli o oli di CBD devono essere prodotti naturali, certificati e controllati. 

 

CBD e Metabolismo

 Il metabolismo del CBD, essendo implicato in molti processi fisiologici come modulatore di altri sistemi, non solo quello endocannabinoide, è molto soggettivo.

Verificare con calma e gradualità gli effetti su noi stessi è la prima cosa da fare.

Se decidiamo di usare Olio di CBD, il consiglio è partire da poche gocce ed inseguito cercare la dose necessaria per le proprie esigenze individuali, aumentando o diminuendo il dosaggio.

È molto importante la costanza e la continuità nell’assunzione del cannabidiolo e - idealmente - è consigliato annotare su un piccolo quaderno la propria performance quotidiana, in modo tale da registrare ogni cambiamento/miglioramento. Ovviamente se viene usato per patologie specifiche è importante e consigliato consultare un medico, per concordare eventualmente una terapia in cui il CBD sia di supporto.

 

 come si assume il cbd cannabidiolo

Vuoi sapere esattamente quanti milligrammi di CBD assumi?

I prodotti Enecta recano indicata con estrema precisione la quantità di CBD presente.

La scelta del prodotto è estremamente successiva ed è possibile spaziare dagli oli di CBD, disponibili in varie concentrazioni, fino ad arrivare ai cristalli, la molecola pura di cannabidiolo, disponibili in confezioni dotate di un apposito dosatore. Ciò che cambia è, in generale, la gradevolezza e la preferenza di assunzione. C’è chi ama vaporizzare i cristalli, chi scioglierli sotto alla lingua esattamente come si fa con gli oli di CBD.

Altri ancora ne mettono una quantità all’interno di una tisana o di un alimento.
È fondamentale distinguere, inoltre, tra utilizzo “informale”, per stemperare i sintomi di uno stato d’ansia e utilizzo vero terapeutico vero e proprio, come nel caso di una terapia in cui il cannabidiolo integra l’azione di altri farmaci. In questo caso è sempre bene parlarne con il proprio medico. È molto importante capire il campo di applicazione del Cannabidiolo,

“Perché lo usiamo” affinché si possa tarare al meglio il dosaggio e la concentrazione. Per saperne di più Clicca Qui. La maggior parte degli utilizzatori frequenti di CBD assumono una dose da 10 a 20 mg 1-2 volte al giorno: una quantità sufficiente per riscontrare gli effetti del cannabidiolo.
Altri invece prediligono assumerne decisamente meno ma in più occasioni durante la giornata. Il cannabidiolo non comporta particolari effetti collaterali è ha un ottimo profilo di sicurezza.

Le parole d’ordine, in conclusione, per capire quanto CBD assumere sono: attenzione al proprio corpo, un inizio graduale e un prodotto di qualità

 

New call-to-action

 

 

 

0 commenti